Kim jong-un tra i suoi militari (Getty).
in foto: Kim jong–un tra i suoi militari (Getty).

Corea del Nord e Corea del Sud  hanno concordato la composizione delle rispettive delegazioni che tra due giorni parteciperanno al primo vertice ad alto livello tra i due paesi in più di due anni. La delegazione nordcoreana sarà composta da cinque membri e presieduta da Ri Son-gwon, che dirige il Comitato per la Riunificazione pacifica della Corea nel suo paese, ha riferito il Ministero per l'unificazione della Corea del Sud. Dal canto suo Seul ha proposto sabato di mandare una delegazione coordinata dal ministro dell'unificazione Cho Myoung-gyon, che consisterebbe di quattro altre persone, due vice ministri dell'Unificazione e due vice ministri dello sport.

Venerdì, Pyongyang ha accettato la proposta della Corea del Sud di tenere una riunione a Panmunjom il 9 gennaio per discutere l'invio di una delegazione nordcoreana ai previsti Giochi olimpici invernali a partire dal 9 febbraio nella contea sudcoreana di PyeongChang. La decisione è giunta dopo che il presidente nordcoreano, Kim Jong-un, ha espresso a Capodanno il suo desiderio di migliorare i rapporti e inviare una delegazione a PyeongChang, e che Seoul e Washington hanno accettato di ritardare le loro manovre militari annuali – che il regime considera un prova per l'invasione – fino a dopo i Giochi. La partecipazione della Corea del Nord a PyeongChang e una maggiore relazione tra le due Coree, che tecnicamente rimangono in guerra, potrebbero contribuire ad allentare le tensioni regionali dopo il 2017, segnate da continui test delle armi nordcoreane e dal tono bellicoso del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Quest'ultimo a tal proposito ha annunciato di voler "assolutamente tentare di parlare direttamente al telefono con il presidente nordcoreano Kim Jong-un" per trovare una soluzione alle tensioni che oppongono i due paesi.