Botte, fratture, ecchimosi. I carabinieri del Nas di Alessandria stanno indagando su un episodio avvenuto in una casa di riposo sulle collina tra l’astigiano e il chivassese: una pensionata della zona, Natalina Bigi, 87 anni, la notte tra l’8 e il 9 luglio scorsi, è stata trasportata in pronto soccorso a Chivasso, in provincia di Torino, per le fratture riportate alla rotula sinistra, allo zigomo e alla mandibola. L’anziana aveva anche ematomi all’occhio destro e al piede sinistro.

Il figlio della donna, Giulio Mencarelli, ha presentato denuncia contro ignoti. “Voglio sapere cosa è accaduto quella notte. Mia madre da tempo è costretta a muoversi su una sedia a rotelle, dopo aver riportato una frattura del femore. Nel letto è protetta da due sponde che le impediscono di cadere. Come ha fatto a procurarsi delle ferite?” si chiede l’uomo. La pensionata è già stata poi dimessa dall'ospedale di Chivasso ed è stata affidata ad un'altra struttura per anziani.

Secondo il referto dei medici del pronto soccorso le ferite potrebbero essere state causate da un evento traumatico. Se così fosse, si tratterebbe di una circostanza certamente anomala dal momento che l'87enne non è completamente autonoma, ma si muove solo con la sedia a rotelle e dorme in un letto protetto da sponde anticaduta. “Avevo parlato con la direttrice della struttura e mi aveva assicurato di aver avviato un’indagine interna. Il referto del pronto soccorso, invece, indicava il possibile evento traumatico come causa dei quelle ferite. Ora mia madre sta un po’ meglio. Però sono riuscito a farla trasferire in un’altra struttura” dice ancora il figlio. Il fascicolo d'indagine è coordinato dalla procura della Repubblica di Asti. Per il momento non risultano persone iscritte nel registro degli indagati.