Drammatico incidente nella notte nelle strade al confine tra Catania e Ragusa. Federica Guccione, 30 anni, di Mazzarrone, è morta nello schianto avvenuto tra Licodia Eubea e Mazzarrone, cittadina dove viveva con la famiglia. Federica stava rientrando da una cena con amici a casa sua, quando la sua Lancia Y si è ribaltata finendo contro un albero. Non è chiaro quando sia avvenuto il sinistro, che si presume sia stato autonomo. Intorno alle 5 sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri, ma per la giovane non c’è stato nulla da fare. I rilievi del sinistro sono stati affidati ai carabinieri di Licodia Eubea.

Sono in corso le indagini per accertare le cause di quello che per al momento appare un incidente stradale senza il coinvolgimento di altre macchine. Forse il maltempo – che fin dalla serata, quando presumibilmente la ragazza stava facendo ritorno a casa, e per tutta la notte ha imperversato nella zona – potrebbe avere creato condizioni di pericolo poi rivelatesi fatali. La sua Lancia Y si sarebbe ribaltata più volte prima di arrestare la sua corsa. Quando alle cinque di stamane è stato ritrovato il corpo, i segni erano evidenti: il decesso risaliva a diverse ore prima

Federica percorreva ogni giorno il tragitto che la portava dalla sua città di origine a Comiso, dove era molto conosciuta per motivi di lavoro. Lavorava da pochi mesi nella palestra Base Wellness, che oggi rimarrà chiusa in segno di lutto, e aveva studiato in città. La sua morte ha suscitato profonda commozione. I funerali di Federica si terranno domani, giovedì, alle 15.30, nella chiesa Madre San Giuseppe a Mazzarrone.