"Perché le maestre non mi hanno frustato? Avrei preferito essere bastonata invece di tornare a casa", a parlare è una piccola studentessa nigeriana di Warri, nello stato del Delta, il cui video è diventato in poco tempo virale online dopo che un passante e l'ha filmata facendosi raccontare cosa fosse accaduto a scuola. La piccola infatti è stata vittima di un regola molto comune nelle scuole nigeriane e cioè all'allontanamento dall'istituto se non si è in regola con le rette  scolastiche. Addirittura in molte  scuole del Paese africano  i bimbi morosi vengono prima fustigati e poi spediti a casa, da qui la rabbia della piccola che confidava almeno nelle percosse prima dell'estrema soluzione dell'allontanamento.

La frustrazione della piccola sembrava derivare anche dal fatto che era stata mandata via nonostante dei piani di pagamento chiesti dalla sua famiglia e, allontanandosi, ha giurato di voler fare vedere la sua testardaggine alla scuola. La scena ha emozionato e sorpresi tante persone che si sono dette disposte a garantirgli una borsa di studio per permetterle di ritornare in classe e proseguire anche oltre. Tra questi alcuni imprenditori, uomini di spettacolo e fondazioni benefiche  che sembra abbiano già preso contatto con la madre.