Un ragazzo di sedici anni nella serata di domenica ha colpito con un coltello un coetaneo, suo compagno di scuola. È accaduto a Oria, comune della provincia di Brindisi. Da quanto emerso, il ragazzo colpito è stato raggiunto al fianco dal fendente e fortunatamente non è rimasto ferito in maniera grave. Secondo i medici dell’ospedale di Francavilla Fontana potrà guarire in dodici giorni. Il presunto responsabile, accusato di lesioni personali, in un primo momento avrebbe tentato la fuga, ma poi è stato individuato dai carabinieri. L’arma è stata sequestrata e l'episodio è stato segnalato al Tribunale per i minorenni di Lecce. Stando a quanto ricostruito finora, le ragioni dell'aggressione andrebbero ricercate in uno screzio avvenuto a scuola la settimana scorsa. I due sedicenni, entrambi residenti a Oria, frequentano un istituto superiore di Brindisi.

Si erano incontrati alla villa comunale per un chiarimento – Come scrivono i quotidiani locali, dopo la lite in classe i due ragazzi avrebbero deciso di incontrarsi domenica sera alla villa comunale per un chiarimento. Ma lì uno dei due sarebbe arrivato con un coltello in tasca che ha poi usato contro il coetaneo quando la discussione è degenerata. Dopo aver sferrato il fendente, il minore sarebbe scappato senza prestare soccorso al compagno. I militari lo hanno rintracciato poco dopo sempre a Oria. Ad allertare i carabinieri sono stati i medici del pronto soccorso dell’ospedale di Francavilla Fontana, dove lo studente ferito è stato accompagnato.