Dei medici in Brasile, all’ospedale di Natividade, lo scorso venerdì hanno scoperto che i dolori all’addome di un’anziana donna di 84 anni derivavano dalla presenza di un feto nel suo corpo. Un feto di 20-28 settimane che giaceva lì nel suo addome da ben 44 anni. Da quanto scrive la stampa internazionale, l’anziana avrebbe spiegato ai medici di essere rimasta incinta 44 anni prima e che, all’epoca, a seguito di alcuni dolori si sarebbe rivolta a una guaritrice. Nel villaggio in cui viveva la brasiliana non c’erano, infatti, medici. Quella guaritrice le avrebbe dato delle cure che l’avrebbero fatta sentire subito meglio, ma dato che la pancia non cresceva più e il bambino non si muoveva, la donna pensò di aver abortito.

Le radiografie hanno mostrato il feto nel corpo dell’anziana donna – Ma il feto, nonostante fosse morto, è rimasto per tutto questo tempo nell’addome della donna, pur senza crearle problemi. “Attraverso gli ultrasuoni non era possibile vedere il corpicino, che invece abbiamo visto con i raggi X – ha spiegato la ginecologa del Porto Nacional Hospital, Gesneria Saraiva Kratka -. Abbiamo potuto osservare il volto, le ossa di braccia e gambe e la colonna vertebrale”. Da quanto si apprende, almeno per il momento, l’anziana donna avrebbe detto di non voler rimuovere il feto, anche se i medici sperano che possa cambiare idea per evitare il rischio di complicanze.