Una bambina di cinque anni sarebbe stata stuprata in un bagno pubblico da un uomo di 35 anni; ha nascosto l'orribile prova della violenza a suo padre fino a quando l’uomo si è accorto dei segni di morsi sul suo corpo, in particolare sul collo. La piccola, che attualmente è ricoverata in condizioni stabili in ospedale, era entrata nei bagni pubblici di Nuova Delhi alle 14 del 6 febbraio scorso quando è stata presumibilmente sottoposta all’abuso sessuale. Per cinque giorni, la bambina “ha tenuto per sé l'incidente”, come rivelato dalla polizia. Ma i segni sul suo corpo hanno reso sospettoso il padre, riferisce Indian Express.

Si è così rivolto alle autorità locali sostenendo che la figlia fosse piombato in una "immensa sofferenza", così la bimba è stata sottoposta ad un esame medico. Un uomo che lavora come operatore ecologico nei bagni pubblici è stato arrestato. Un portavoce della polizia ha detto che la bimba non è stata accompagnata da un adulto nei bagni poiché "aveva familiarità con il posto". "Le indagini finora hanno rivelato che la madre ha saputo dell'incidente il giorno in cui è successo, ma l'ha tenuto per sé. Lunedì, il padre del bambino le ha chiesto cosa fosse successo quando ha visto i segni sul suo corpo”.

Il capo della DCW, l'attivista Swati Maliwal, ha aggiunto: "Ho incontrato la bambina e i suoi genitori oggi. Il suo corpo ha lividi dappertutto e lei soffre tantissimo, inizieremo presto a ispezionare i bagni pubblici in città. Ha sofferto terribilmente e ha sanguinato molto, mentre andavo all'ospedale per visitarla". Il complesso di servizi igienici dove è avvenuta la violenza rientra nel quadro del Delhi Urban Shelter Improvement Board (DUSIB) e le autorità stanno indagando sulle misure di sicurezza.