I genitori le avevano detto di rimettere a posto e pulire la sua stanzetta ma, come fanno tanti piccoli, la bimba di cinque anni aveva disubbidito. Tanto è bastato però per scatenare la furia del padre che si è accanito su di lei  picchiandola ferocemente fino a spezzarle una gamba. È quanto accaduto in un'abitazione famigliare di Joplin, nello stato del  Missouri, negli Stati Uniti, e ora oggetto di un processo per maltrattamenti a carico dell'uomo. A denunciare tutto alla polizia è stata la madre del la piccola, Mystic Forsee, che era presente in casa e ha sentito l'urlo straziante della figlia pochi istanti dopo che un "tonfo" proveniva dalla camera da letto.

Secondo quanto riferito, l'uomo, il 27enne Lance Breeding, era andato a controllare se la stanza fosse pulita ma quando ha scoperto che era rimasto tutto in disordine, l'ha picchiata in maniera brutale spezzandogli una gamba. "Quando sono corsa a vedere,  mia figlia era sul pavimento davanti al cassettone e teneva la gamba stranamente piegata in aria in un posizione innaturale" ha spiegato al donna. Il 27enne però, incurante delle urla di dolore, avrebbe  continuato ad accanirsi sulla bimba  prendendola a calci mentre era a terra e infine alzandola per un braccio e gettandola in un cassettone. I presunti abusi  hanno lasciato la bimba con il femore destro rotto, oltre a numerosi lividi sulla schiena, glutei e gambe. Ha dovuto ricorrere alle cure ospedaliere ed è stata sottoposta anche ad un intervento chirurgico mentre il padre è stato arrestato.