Momenti di paura nella giornata di mercoledì per alcuni turisti giunti in vetta al comprensorio sciistico del Civetta, nel Bellunese, per poi lanciarsi con gli sci lungo le piste dolomitiche. La cabina di una seggiovia su cui viaggiavano sette bambini con la maestra di sci si è improvvisamente bloccata una volta arrivata in cima ma l'impianto invece di fermarsi ha continuato a portare in cima le altre cabine provocando un pericoloso tamponamento. L’incidente, avvenuto intorno alle 12, ha provocato il ferimento di due persone, due sciatori friulani che viaggiavano nella cabina che ha tamponato quella bloccata, ma soprattutto tanta paura.  Fortunatamente per loro nessuna conseguenza seria e dopo essere stati assistiti sul posto per alcune escoriazioni, hanno preferito non farsi accompagnare in ospedale.

Sul luogo dell'accaduto in poco tempo son accorsi i militari sciatori della stazione carabinieri di Caprile Bellunese, in servizio di vigilanza e soccorso presso quel comprensorio. Secondo una prima ricostruzione, per l'eccessiva neve o il ghiaccio, la cabinovia con i bambini si è arrestata di colpo ed è stata tamponata dalla successiva che arrivava a una velocità di circa tre metri al secondo. "Ogni tanto capita che una cabinovia si blocchi, ma è strano che venga anche tamponata" ha ammesso Cristian Moretti, direttore degli impianti di risalita di Alleghe, assicurando. "Abbiamo svolto tutti i controlli necessari alle ruote e alle cinghie. Tutto funziona regolarmente e non abbiamo nemmeno chiamato la casa madre". L'impianto è ripartito dopo circa venti minuti