Un distributore di carburante di Barletta, in Puglia, nei giorni scorsi è stato letteralmente preso d’assalto da decine di automobilisti che hanno approfittato di una dimenticanza del benzinaio. Come riportano le cronache locali, il titolare lo scorso 24 settembre è stato costretto a causa di un’emergenza in famiglia a tornare a casa in anticipo e, forse nella fretta, ha dimenticato di disattivare l'impianto che consente l'erogazione del carburante grazie al self service. Nelle ore successive, almeno ottanta automobilisti di passaggio presso il distributore, che si trova nella periferia ovest della città, hanno fatto il pieno senza pagare. I fatti sono venuti alla luce solo dopo la denuncia presentata ai carabinieri dal titolare dell'esercizio. Diversi automobilisti hanno quindi sfruttato il distributore fino alle 5 del mattino del 25 settembre, quando il titolare è tornato sul posto di lavoro e ha scoperto il danno subito.

Solo venticinque persone sono tornate nei giorni successivi per pagare – Da quanto emerso, almeno una decina di automobilisti aveva approfittato del disservizio per immettere il carburante in taniche e lattine, mentre altri settanta avevano fatto il pieno direttamente alle proprie auto. Tutto per un totale di circa seimila euro: solo venticinque persone si sono infatti presentate al distributore nei giorni successivi per pagare quanto dovuto. Di tutti gli altri, invece, nessuna traccia. Il gestore del distributore ha quindi denunciato il furto ai carabinieri e consegnato le immagini di videosorveglianza con i dati relativi ai rifornimenti abusivi e anche le targhe dei mezzi in transito nel distributore.