121 CONDIVISIONI
16 Luglio 2021
13:18

Volontaria italiana uccisa a colpi di machete in Perù, per Nadia De Munari 4 arresti nella sua comunità

Svolta sul macabro assassinio di Nadia De Munari, la missionaria laica italiana uccisa a colpi di machete nell’aprile scorso in Perù dove aiutava i poveri di una baraccopoli. Arrestate quattro persone accusate a vario titolo di aver partecipato all’aggressione mortale: fanno parte della comunità dove lavorava la volontaria.
A cura di Antonio Palma
121 CONDIVISIONI

Potrebbe esserci una svolta nelle indagini sul macabro assassinio di Nadia De Munari, la missionaria laica italiana uccisa a colpi di machete nell’aprile scorso in Perù dove aiutava i poveri di una baraccopoli. La polizia peruviana infatti nelle scorse ore ha arrestato quattro persone accusate a vario titolo di aver partecipato all’aggressione mortale e all'omicidio della volontaria originaria del Vicentino. Come si sospettava, tra i killer della cinquantenne vi sarebbero persone che la conoscevano bene. Due delle persone arrestate infatti fanno parte della comunità dove lavorava la volontaria mentre le altre due abitano nelle vicinanze.

La polizia del Paese sudamericano si era indirizzata sulla pista investigativa delle persone note dopo aver analizzato la scena del crimine. L'assenza di effrazioni alle porte d'ingresso infatti aveva indicato agli investigatori che i killer sapessero bene come muoversi. Nadia De Munari, originaria di Schio, era stata aggredita nella notte tra il 20 e il 21 aprile, a colpi di machete, nella sua camera a Nuevo Chimbote, dove prestava la sua opera come missionaria laica dell’Operazione Mato Grosso, un movimento di volontariato gratuito di ispirazione cattolica, che svolge un insieme di attività in America Latina, volte ad educare e a favorire i più poveri.

Stando a quanto accertato finora, la donna è stata colpita nel sonno: insieme a lei in casa c'erano altre donne, ma tutte hanno detti di non aver sentito niente perché si trovavano in un'altra ala dell’edificio. Solo diverse dopo, notando che la volontaria non si era ancora svegliata, sono andate a cercarla e hanno trovato De Munari esanime e sanguinante. La 50enne era ancora viva, portata in ospedale è stata operata ma purtroppo è morta il 24 aprile scorso per le ferite riportate.

121 CONDIVISIONI
Ferrari batte Google Maps, Roma-Capo Nord in 45 ore: è Guinness
Ferrari batte Google Maps, Roma-Capo Nord in 45 ore: è Guinness
230 di askanews
Previsioni meteo 2 settembre, ancora alta pressione: tempo stabile e soleggiato sull'Italia
Previsioni meteo 2 settembre, ancora alta pressione: tempo stabile e soleggiato sull'Italia
Previsioni meteo 10-12 settembre, arriva il maltempo: weekend a rischio tra piogge e temporali
Previsioni meteo 10-12 settembre, arriva il maltempo: weekend a rischio tra piogge e temporali
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni