Ancora un viadotto a rischio sulle strade italiane, questa volta in Umbria dove nelle scorse l'Anas è stata costretta a chiudere un tratto della statale 3 "Via Flaminia" in entrambe le direzioni in attesa delle verifiche statiche dei tecnici sulla struttura. L'allarme è scattato nel tardo pomeriggio di giovedì quando, a seguito di una ispezione programmata su un viadotto, i tecnici hanno deciso di approfondire le verifiche  consigliando l'immediata chiusura al traffico del tratto interessato. L'ispezione riguardava il viadotto  fra Strettura e il valico della Somma, nel comune di Spoleto, in Provincia di Perugia. L'annuncio è stato dato dal stessa Anas competente per il tratto stradale. "La chiusura si è resa necessaria per consentire il completamento delle attività di verifica tecniche" hanno spiegato .

Come conseguenza il traffico è stato deviato, quello leggero sul vecchio tracciato adiacente, con indicazioni sul posto, mentre quello pesante è stato instradato attraverso un itinerario più lungo. I camion infatti sono stati deviati sulla strada statale 209 “Valnerina”. I mezzi pesanti provenienti da Orte/Terni e diretti a Spoleto/Foligno hanno l’uscita obbligatoria allo svincolo “Terni Est” della SS 675 “Umbro Laziale”. Il percorso alternativo prevede quindi di proseguire sulla SS79bis (Terni-Rieti) fino allo svincolo “Valnerina”, procedere sulla Valnerina in direzione nord (Ferentillo/Scheggino) fino a Sant’Anatolia di Narco, proseguire sulla SS685 “delle Tre Valli Umbre” in direzione Spoleto, per poi immettersi nuovamente sulla Flaminia in corrispondenza dello svincolo di Eggi.  In alternativa, è possibile uscire allo svincolo Perugia/Cesena della SS675 “Umbro Laziale”, percorrere la E45 in direzione Cesena fino allo svincolo di Acquasparta e proseguire sulla SS418 in direzione Spoleto. Il traffico pesante proveniente da Spoleto/Foligno e diretto a Terni/Orte dovrà seguire il percorso inverso

Le operazioni di verifica si dovrebbero concludere entro la giornata di oggi venerdì 29 novembre e la chiusura del tratto dal km 111 al km 115 dovrebbe essere parzialmente interrotta subito dopo. Secondo quanto comunicato dal sindaco di Spoleto Umberto de Augustinis, , infatti, L'Anas dovrebbe riaprire la strada a e il viadotto interessato almeno a senso unico alternato in attesa di ulteriori verifiche

Proprio nelle stesse ore Anas ha comunicato di aver  stanziato i fondi per la predisposizione di sensori anti-crollo su venti viadotti umbri. La strumentazione installata servirà per il monitoraggio continuo di ponti e viadotti "con l’obiettivo di effettuare, tramite sensori, misurazioni in continuo delle caratteristiche dinamiche delle opere per individuare eventuali variazioni del comportamento strutturale".