186 CONDIVISIONI
10 Giugno 2021
15:50

Ucciso dai ladri in casa a Piossasco, avevano minacciato la moglie: “Mi hanno detto vattene e zitta”

l drammatico racconto di Laura Lai, moglie di Roberto Mottura, l’architetto 49enne di Piossasco, nel Torinese, uccido dia ladri in casa sua. Lei è stata la prima a intervenire quando l’allarme dell’abitazione ha suonato indicando che qualcuno si era introdotto in casa. “Mi hanno detto ‘Torna su, vattene via e stai zitta”‘ ha rivelato la donna.
A cura di Antonio Palma
186 CONDIVISIONI
Roberto Mottura
Roberto Mottura

I ladri che hanno ucciso durante un furto in casa sua Roberto Mottura, l'architetto 49enne di Piossasco nel Torinese, avevano minacciato anche la moglie dell'uomo prima del suo intervento e dello sparo fatale. A rivelarlo è stata la stessa donna, Laura Lai, ricostruendo quei drammatici momenti vissuti in prima persona  nella casa di famiglia sulla collina di Piossasco. In effetti è stata proprio lei la prima a intervenire quando l'allarme dell'abitazione ha suonato indicando che qualcuno si era introdotto in casa dalle finestre che danno sulla strada. E sempre lei è stata la prima ad avere un contattato visivo con i malviventi che erano già dentro dopo aver forzato la finestra.

La donna anche lei architetto, si è svegliata di soprassalto poco prima delle 4 del mattino quando l'allarme ha iniziato a suonare e si è precipitata al primo piano dell'abitazione dove ha immediatamente incrociato due figure nel buio. Qui subito le minacce dei malviventi. "Mi hanno detto ‘Torna su, vattene via e stai zitta"‘ ha rivelato la donna a "La Stampa". Presa dalla paura, si è subito fatta indietro ed è risalita ed è in quel momento che il marito è intervenuto di corsa affrontando i ladri per difendere la sua famiglia. "Ero terrorizzata: sono risalita e Roberto è sceso di corsa", poi a situazione è precipitata in un attimo tanto che la donna no ha nemmeno capito che Roberto Mottura era stato colpito da un proiettile e pensava avesse avuto un malore.

"Non ho sentito nessuno sparo ma c'era l'allarme azionato" ha raccontato ancora Laura Lai, rivelando: " Non li avevo visti in faccia, non avevo visto l'arma, mi hanno detto di tornare su per le scale e l'ho fatto, un attimo dopo è sceso Roberto". La donna ha ritrovato il marito  riverso vicino alla finestra da cui i ladri sono fuggiti. Quando i soccorritori del 118 sono intervenuti pensavano a un malore perché non c'era nemmeno il foro di uscita del proiettile ma poi hanno capito e per l'architetto non c'è stato nulla da fare.  I ladri nel frattempo si son dileguati, sembrano essere scappati a bordo di una Audi A3 di colore blu cui ora tute le forze dell'ordine stano dando la caccia.

186 CONDIVISIONI
Ercolano, Tullio e Giuseppe scambiati per ladri: uccisi dal proprietario di una villa
Ercolano, Tullio e Giuseppe scambiati per ladri: uccisi dal proprietario di una villa
514 di Videonews
Modena, uccide la moglie in casa: “Grazio si prendeva cura di lei ma era disperato”
Modena, uccide la moglie in casa: “Grazio si prendeva cura di lei ma era disperato”
Omicidio-suicidio a Torino, la chiamata al 112: "Ho ucciso mia moglie. Vi lascio la porta aperta"
Omicidio-suicidio a Torino, la chiamata al 112: "Ho ucciso mia moglie. Vi lascio la porta aperta"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni