Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Ha fermato il suo autobus con a bordo 55 ragazzini in un autogrill sull'autostrada A4, ha consegnato le chiavi del mezzo all'unico maggiorenne del gruppo e poi ha chiamato un taxi ed è sparito nella notte, diretto verso Jesolo. È quanto accaduto alla stazione di servizio di Calstorta, nella provincia di Treviso, e il protagonista di questo “abbandono” di ragazzini in autostrada è l'autista del pullman che avrebbe agito in questo modo nel momento in cui si è reso conto di aver raggiunto il limite di ore alla guida. Così, come riportano diversi quotidiani locali, l’uomo avrebbe optato per l'insolita soluzione. Il pullman, secondo quanto emerso, era partito in mattinata dalla Svizzera diretto a Treviso, dove il gruppo di giovani (tutti ragazzini di età compresa tra i dieci e i diciotto anni) avrebbe passato una settimana in campeggio.

I giovani soccorsi in autogrill dalla polizia – Nella tarda serata, intorno alla mezzanotte, l'autista che appunto aveva raggiunto le nove ore alla guida ha visto la segnaletica per l'area di sosta e ha deciso di fermarsi. Ma invece di una rapida sosta in autogrill il conducente del bus si sarebbe allontanato lasciando lì i passeggeri. Avrebbero anche provato più volte a raggiungerlo al cellulare, ma tutte le chiamate sono andate a vuoto. A quel punto i ragazzini hanno pensato di montare le proprie tende nelle aiuole dell'autogrill e solo diverse ore dopo sono stati trovati e aiutati dagli agenti della polizia allertati da alcune persone in transito. Successivamente è stato trovato anche l’autista dell’autobus che poi, a quanto riportano i quotidiani, si sarebbe convinto a riprendere il viaggio.