È giallo a Torino, dove nel pomeriggio di domenica 17 novembre un passante ha trovato, e poi consegnato ai carabinieri, un feto embrionale che si trovava all'interno di un contenitore cilindrico. Da una prima analisi medica sembra trattarsi di un feto tra le 10 e le 15 settimane, che si trovava in una provetta di 7 centimetri di altezza e 3 di diametro con liquido di conservazione. La persona che ha trovato il feto ha spiegato ai carabinieri di aver notato la provetta in una aiuola di piazza Benefica, nel centro di Torino dove c’è uno dei mercati più frequentati della città, mentre passeggiava con il cane. La macabra scoperta è stata fatta intorno alle 17.30 di domenica pomeriggio. “Era tra gli arbusti, tutta sporca – ha raccontato l’uomo – ma era evidente che si trattava di un feto. Mi sono preoccupato e ho chiamato il 112”.

La provetta potrebbe essere stata rubata da un laboratorio – Il contenuto della provetta è stato analizzato dai medici dell'ospedale Sant'Anna di Torino mentre i carabinieri della compagnia Monviso hanno acquisito i filmati delle telecamere di videosorveglianza della zona per tentare di risalire all'identità della persona che ha abbandonato nell'aiuola il contenitore col feto. Al momento, gli inquirenti non escludono nessuna ipotesi. Tra le piste seguite dai militari dell'Arma c'è anche quella del furto: la provetta potrebbe essere stata rubata dal laboratorio di un ospedale dalla città e poi gettata nell'aiuola di piazza Benefica. Resterebbe però da capire chi ha compiuto un gesto simile e perché.