18 Gennaio 2022
18:32

Studentessa picchiata dal tassista a Firenze: “Ha detto di essere un talebano, non mi sento sicura”

Il racconto della ragazza picchiata dal tassista a Firenze : “Ha detto: ‘Io sono Dino il talebano, hai visto cosa abbiamo fatto alle torri? Ora non mi sento più sicura”.
A cura di Antonio Palma

Dice di non sentirsi più sicura a Firenze e ha annunciato l'intenzione di lasciare per sempre la città la studentessa italo-canadese picchiata dal tassista fiorentino venerdì scorso dopo una lite per il costo del servizio, immortalata in un video poi diventato virale e ora al centro della contesa che è finita in tribunale. Dopo una prima scelta in cui aveva deciso di non sporgere denuncia, la giovane, che parla solo attraverso i suoi legali, ha deciso di proseguire per vie legali dopo la doppia querela presentata invece dal tassista nei suoi confronti. La giovane infatti ha presentato a sua volta querela per lesioni aggravate e minacce corredata da prima prognosi di 15 giorni per le ferite riportate nell'episodio che si è consumato  tra via Tornabuoni e piazza Santa Trinità nella notte tra giovedì e venerdì.

Ferite non solo fisiche visto che la ragazza denuncia di non riuscire più a dormire da quella notte a causa dell'aggressione. "Mentre discutevamo mi ha detto: ‘Io sono Dino il talebano, hai visto cosa abbiamo fatto alle torri? Americana viziata, se dici qualcosa alla polizia uccido te e la tua famiglia” ha raccontato la ragazza al Corriere fiorentino dando una versione diversa da quella del tassista. L'unico punto comune dei due racconti sono i 12 euro segnati dal tassametro che hanno innescato la lite. In base alla ricostruzione della 32enne, era stata lei a chiedere un taxi in zona ma una volta entrata nell'auto si sarebbe accorta che il tassametro segnava già dodici euro. Alla richiesta di spiegazioni, l’uomo le avrebbe detto di averla attesa per molto tempo nella stessa via ma a un civico diverso. A questo punto le due versioni divergono molto, la donna dice di aver chiesto di scendere ma che per riposta il tassista avrebbe accelerato e a questo punto lei avrebbe colpito il divisorio tra il posto dei passeggeri e quello dell'autista.

"La macchina è partita lo stesso e solo dopo che ho dato un colpo sul divisorio il tassista si è fermato rispondendo con un altro colpo" ha spiegato la ragazza. A questo punto l'auto si è fermata e sarebbero scesi entrambi dall’auto in strada dove è avvenuta la lite. "Ho cercato di scappare ma lui mi ha inseguita dandomi calci alle gambe. Poi sono caduta e due senzatetto mi hanno aiutata. Urlavo per attirare l’attenzione delle persone e ho reagito in quel modo perché dopo una violenza subita in passato  mi è stato suggerito di comportarmi così per attirare l’attenzione delle persone" ha aggiunto la giovane.

Russia-Ucraina, Zelensky dice che solo la diplomazia può mettere fine alla guerra
Russia-Ucraina, Zelensky dice che solo la diplomazia può mettere fine alla guerra
Il viaggio di Matteo Salvini a Mosca: "Voglio dare mio contributo per la pace, andrei anche a Kiev"
Il viaggio di Matteo Salvini a Mosca: "Voglio dare mio contributo per la pace, andrei anche a Kiev"
Claudia, picchiata brutalmente dal vicino perché lesbica: "Ho messo in vendita la casa, ho paura"
Claudia, picchiata brutalmente dal vicino perché lesbica: "Ho messo in vendita la casa, ho paura"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni