Una donna è morta nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale di Siena dove era stata ricoverata dopo aver partorito una bimba con un cesareo d'urgenza a seguito di alcune complicazioni. La mamma che ha perso la vita è una trentottenne di origini straniere che aveva partorito lo scorso gennaio e che venerdì scorso, il 14 giugno, è deceduta in ospedale. A dar notizia della vicenda è il quotidiano La Nazione. La donna si trovava in ospedale da quando aveva partorito, il 29 gennaio scorso, e da alcune settimane si trovava in coma farmacologico. La bimba nata poco meno di cinque mesi fa sta bene mentre la madre avrebbe avuto un problema dietro l’altro dopo aver dato alla luce la sua bambina. E alla fine non ce l’ha fatta a superarli e a tornare a casa con la sua piccolina.

Il marito della donna ha presentato un esposto ai carabinieri – Secondo quanto riferisce il quotidiano, il marito della donna, un uomo di quarantasei anni, il giorno dopo il decesso ha presentato esposto ai carabinieri di Siena per far luce sulla vicenda e capire se il parto cesareo d'urgenza effettuato a gennaio poteva essere evitato con uno programmato. Anche una specialista avrebbe consigliato alla coppia di seguire questa strada prima che alle Scotte venisse dissuasa. Secondo quanto racconta la famiglia, la ginecologa dell’Asl avrebbe consigliato il cesareo perché la gravidanza sembrava a rischio.

Attesa l'autopsia – La Procura di Siena segue il caso e il pm Valentina Magnini potrebbe disporre l'autopsia sul corpo della trentottenne, che oltre alla bimba avuta a gennaio era già mamma di un altro bambino. L’esame potrebbe svolgersi domani a Firenze, ma non c’è ancora l’ufficialità. Solo dopo la salma sarà restituita per il funerale ai suoi cari.