Un uomo che risultava scomparso dal novembre dello scorso anno è stato ritrovato. Si tratta di Alessandro Santacroce, un cinquantatreenne che era scomparso dalla provincia di Terni il 10 novembre del 2018 e il suo caso era stato raccontato anche dalla trasmissione televisiva “Chi l’ha visto?”. Quasi un anno dopo la denuncia di scomparsa dei familiari, l’uomo è stato ritrovato nella stazione ferroviaria di Pisa dalla Polfer. Sta bene, secondo quanto conferma anche la redazione di “Chi l’ha visto?” sui suoi canali social, che spiega che dopo aver verificato l’esistenza delle denunce della scomparsa gli agenti hanno avuto conferma che si trattava proprio di quella persona dopo aver consultato il sito della trasmissione tv, dove era stato pubblicato l’appello lanciato dai familiari.

Come si legge nel comunicato della polizia ferroviaria, l’uomo è stato trovato durante lo svolgimento dei servizi di prevenzione in stazione e a bordo treno. Gli agenti lo hanno rintracciato su un treno regionale proveniente da La Spezia e fermo nella stazione di Pisa Centrale. Agli agenti Alessandro è apparso smarrito e subito hanno capito di trovarsi dinanzi una persona che aveva bisogno di assistenza. Una persona che non possedeva le risorse necessarie per proseguire il viaggio né una fissa dimora da raggiungere. Inoltre, non aveva alcun documento che potesse dimostrare la sua identità. Gli agenti hanno quindi deciso di portare il cinquantatreenne negli uffici della polizia. Opportunamente rifocillato, l’uomo è stato visitato ed è stato messo in condizione di spiegare meglio la sua situazione e rendere informazioni utili a risalire alla sua identità. Dai controlli di rito sono emerse le denunce di scomparsa che la sua famiglia aveva presentato lo scorso anno ai Carabinieri di Amelia e gli agenti hanno avuto la conferma che si trattasse della stessa persona grazie appunto alla scheda pubblicata da “Chi l’ha visto?”. Dalle foto e le informazioni presenti sul sito, sono state trovate tutte le conferme necessarie e grazie anche alla collaborazione dei Carabinieri di Amelia sono stati contattati i familiari che ne avevano denunciato la scomparsa. Questi immediatamente si sono messi in auto e dopo qualche ora hanno riabbracciato il loro caro.