Settimana difficile per il trasporto aereo nazionale a causa di uno sciopero nazionale Alitalia indetto da alcune organizzazioni sindacali alla luce della intricata vicenda del piano di salvataggio e rilancio della compagnia aerea. I sindacati infatti hanno proclamato una intera giornata di sciopero per Alitalia mercoledì 9 ottobre che inciderà su partenze e ritardi per oltre 24 ore estendendosi anche al giovedì  successivo. A indire la protesta dei lavoratori è  stata la Federazione Nazionale del Trasporto Aereo che raggruppa piloti ed assistenti di volo di Anpac, Anpav e An. Con una lettera inviata al Ministero dello sviluppo economico, la Fnta ha espresso al ministro Patuanelli "preoccupazione in merito alle gravi difficoltà emerse nelle ultime ore" nelle trattative per il salvataggio della compagnia confermando dunque lo sciopero  di piloti e degli Assistenti di volo delle società del Gruppo Alitalia.

Sciopero Alitalia 9 ottobre , le motivazioni di FNTA

"Gli ultimi sviluppi legati all’eventuale definizione della cordata sembrano allontanare la possibilità di chiudere positivamente la trattativa in corso tra FS, MEF, Atlantia e Delta sul piano di risanamento e rilancio di Alitalia" scrivono i rappresentanti dei lavoratori, aggiungendo:  "È urgente che la Nuova Alitalia nasca con un Piano Industriale forte e credibile, capace di rilanciarla definitivamente sul mercato e che la porti in tempi rapidissimi a svolgere il ruolo atteso di Compagnia di bandiera al servizio del Paese generando finalmente utili e benessere per i propri dipendenti provati da anni di crisi".

"Ci aspettiamo quindi che il Governo agisca immediatamente in accordo ai nuovi potenziali azionisti per rimuovere gli ostacoli che ancora impediscono il buon esito della trattativa e generi tempestivamente le condizioni per uscire dalla gestione commissariale oramai di fatto senza più risorse.  È necessario che la Nuova Alitalia abbia manager competenti ed adeguati a gestire le complessità proprie di una compagnia aerea. FNTA auspica che tale cambio avvenga in tempi celeri prima che  la crisi finanziaria e l’attuale incapacità manageriale, rendano la situazione irreversibile" concludono da Fnta.

Sciopero Alitalia 9 ottobre, i voli cancellati

Lo sciopero Alitalia del 9 ottobre avrà notevoli conseguenze su partenze e ritardi ad eccezione delle fasce garantite 7:00-10:00 e 18:00-21:00. La compagnia comunica che è stata costretta a cancellare una serie di voli, sia nazionali che internazionali, programmati per quel giorno. Come conseguenza delle cancellazioni dei voli del 9 ottobre per gli scioperi di 24 ore, la Compagnia è stata costretta ad annullare anche alcuni collegamenti nella serata dell’8 ottobre e nella prima mattinata del 10 ottobre" spiegano da Alitalia. Per u elenco di tutti i voli cancellati consultare il sito di Alitalia a questo link 

Secondo la compagnia circa il 70% dei passeggeri potrebbe e riuscire comunque  viaggiare nella stessa giornata del 9 ottobre. Per limitare i disagi infatti Alitalia  ha attivato un piano straordinario che prevede l’impiego di aerei più capienti sulle rotte domestiche e internazionali, con l’obiettivo di riprenotare i viaggiatori coinvolti nelle cancellazioni sui primi voli disponibili in giornata.  Alitalia invita tutti i passeggeri che hanno acquistato un biglietto per i giorni interessati dallo sciopero a verificare lo stato del proprio volo, prima di recarsi in aeroporto, sul sito alitalia.com, chiamando il numero verde 800.65.00.55 (dall’Italia) o il numero +39.06.65649 (dall’estero), oppure contattando l’agenzia di viaggio presso cui hanno acquistato il biglietto. In caso di cancellazione o di modifica dell’orario del proprio volo, i viaggiatori potranno cambiare la prenotazione senza alcuna penale o chiedere il rimborso del biglietto