"Aiuto, mio papà mi picchia con il mattarello". Questa la chiamata che il Telefono azzurro ha ricevuto da parte di un ragazzino di 15 anni, che si è rivolto alla Onlus per chiedere sostegno, come riportato dal Resto del Carlino. La centrale della nota onlus ha avvisato subito i carabinieri del Radiomobile di Borgo Panigale che si sono recati a casa del giovane, trovandolo, secondo quanto si apprende, pieno di lividi.

Il padre, un uomo di 47 anni, ha confessato: “L’ho picchiato per educarlo” si è giustificato di fronte alle forze dell’ordine. Arrestato, l’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari in un’altra abitazione. Per il minore sono stati attivati i servizi sociali.