Si chiama Raffaella Cotza, è una ragazza di 31 anni cagliaritana e fin dalla nascita è costretta a vivere su una sedia a rotelle a causa di una tetraparesi, malattia che non le ha comunque impedito di coltivare negli anni il suo sogno più grande: quello di diventare una make up artist/truccatrice, un sogno inseguito con tenacia e ostinazione ed esaudito al prezzo di una grande fatica. "Da bambina – ha raccontato all'Unione Sarda – impazzivo per rossetti ombretti glitter e trucchi vari. Da piccola passavo ore allo specchio, esercitando sempre più le mie ‘mani problematiche' a movimenti fini e decisi, tanto da portarle a diventare più ferme e precise. Io amo e amavo il trucco. È ed era l'unica cosa che nei momenti di tristezza mi faceva ‘spegnere il cervello' permettendomi di accendere la fantasia con luci e colori. È qualcosa che fuoriesce da dentro di me. Qualcosa di viscerale: come un grande amore".

Grazie all'aiuto di molti amici e familiari Raffaella si è rivolta ad alcune scuole di trucco, ma nella maggior parte dei casi si è vista sbattere la porta in faccia con la motivazione che per truccare occorreva saperlo fare in piedi. "Ero senza speranze quindi per anni mi arresi. Mi misi a fare altri lavori, che per quanto soddisfacenti e ricchi di tante belle esperienze e persone… non mi facevano completamente felice. Non ero io. Sentivo dentro di me quella vocina: ‘ma che fai?, che aspetti?! Non arrenderti! La tua vocazione è un'altra… sei destinata ad ben altro'".

La svolta è arrivata con la conoscenza di Stefania D'Alessandro, esperta di make-up. "Da lì, una mail di richiesta, una telefonata e un incontro che mi ha dato l'attenzione che ho sempre ricercato. Incredibile. Detto fatto! In pochissimo tempo un team di professionisti, sensibili e capaci, nonostante le mie reali e indiscutibili problematiche, si sono resi immediatamente disponibili per darmi le conoscenze sia teoriche che pratiche di cui necessitavo. Aprendomi gli occhi ad un mondo nuovo. ‘Ma attenzione Raffaella', mi ripetevano: ‘Ci sarà da lavorare e studiare sodo. Perché il trucco non è improvvisazione'. La mia bruciante passione per questo settore si materializzava e i miei sogni cominciavano a diventare realtà".

Ora Raffaella ha portato a termine con successo un corso di trucco a Cagliari con il brand Stefania D'alessandro make up e non vede l'ora di potersi mettere alla prova sul serio: "Il mio sogno è vasto e intendo continuare sempre come un treno. Ora mi piacerebbe trovare delle valide collaborazioni con qualche centro estetico o salone di parrucchiera per far sì che io possa crescere sempre più e possa riuscire un giorno ad aprirmi un'attività tutta mia, in questo settore".