Drammatico ritrovamento nelle scorse ore nel comune di Caneva, in provincia di Pordenone, in Friuli  Venezia Giulia. Tra le acque di un canale della zona è stato rivenuto il corpo senza vita di Fausta Arioli, pensionata del posto che era scomparsa nel nulla da diverse ore dopo essere uscita di casa. La vittima, che aveva 85 anni, è stata ritrovata morta nella tarda serata di mercoledì, intorno alle 20, nell'alveo di un corso d'acqua conosciuto come canale Enel. A fare la tragica scoperta sono stati gli uomini delle squadre fluviali dei Vigili del Fuoco di Pordenone che erano al lavoro sul posto da ore proprio alla ricerca della scomparsa.

La signora Fausta Arioli infatti era considerata scomparsa dopo essere uscita di casa a Caneva ieri mattina, tra le 8 e le 8.30, per fare una delle sue solite passeggiate in zona. La pensionata infatti amava camminare e nessuno inizialmente si è preoccupato che fosse in giro da sola. Col passare delle ore, non vedendola tornare e non riuscendo più a mettersi in contatto con lei, però, i parenti si sono impensieriti, hanno cominciato a cercarla nei dintorni e infine hanno fatto scattare l’allarme. La signora in effetti non si era mai allontanata per così tanto tempo. Era scattato il dispositivo per le persone scomparse che ha visto impegnati per lunghe ore i carabinieri, i vigili del fuoco e la protezione civile. Era stata predisposta anche un'Unità di Comando Locale per coordinare i soccorritori. Le ricerche infine si erano concentrate proprio attorno al corso d'acqua. Col passare del tempo le speranze di ritrovare in vita l'anziana donna si sono affievolite sempre di più fino a che tutto si è concluso con il triste epilogo del ritrovamento del cadavere.