27 Agosto 2019
11:46

Picchia brutalmente la fidanzata perché fa la cameriera, scatta Codice Rosso: arrestato 23enne

In manette è finito un 23enne genovese destinatario di una ordinanza di custodia cautelare in carcere. La vittima, che già subiva da tempo l’insana ossessione del fidanzato, ha deciso di sporgere denuncia alla polizia dopo l’ultima e violentissima aggressione fisica che le è costata diverse fratture e lesioni.
A cura di Antonio Palma

Accecato da una assurda e morbosa gelosia, non accettava che la fidanzata lavorasse come cameriera in una pizzeria tanto da arrivare ad aggredirla brutalmente e a mandarla in ospedale. Per questo un ragazzo di 23 anni è stato arrestato e condotto in carcere nelle scorse ore dagli agenti della polizia di stato di Genova in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari del capoluogo ligure su richiesta della locale Procura della Repubblica. Fondamentale per bloccarlo è stata la denuncia della stessa vittima degli abusi. La ragazza, che già subiva da tempo l'insana ossessione del fidanzato, ha deciso di sporgere denuncia alla polizia dopo l'ultima e violentissima aggressione fisica. Il ventitreenne ha aggredito la  fidanzata colpendola con schiaffi e pugni tanto da arrivare a provocarle diverse fratture e costringerla a ricorrere alle cure ospedaliere.

Dopo essersi recata per le cure del caso al pronto soccorso. dove i medici le hanno riscontrato varie fratture e traumi guaribili in trenta giorni, la ragazza si è decisa a denunciare il giovane, a cui era legata da circa quatto anni, raccontando degli abusi verbali e fisici subiti. Secondo il suo racconto, l'uomo sin da subito si era rivelato molto geloso con varie sfuriate ma le cose sarebbero diventate insostenibili a giugno quando la ragazza ha accettato un lavoro come cameriera in una pizzeria. Lui ha iniziato a offenderla continuamente con atteggiamenti vessatori e molto aggressivi ogni volta che la giovane rientrava a casa dopo il lavoro. Ad agosto infine il brutale pestaggio. Dopo la denuncia della ragazza è subito scattato il Codice Rosso previsto per le  vittime di abusi e al termine di una breve indagine degli uomini della Squadra Mobile genovese, coordinata dalla locale Procura, per il 23enne si sono aperte le porte del carcere.

Reggio Calabria, incendi e proiettili non fermano Siderno: cittadini in piazza contro la criminalità
Reggio Calabria, incendi e proiettili non fermano Siderno: cittadini in piazza contro la criminalità
Previsioni meteo 16 novembre: maltempo e pioggia da nord a sud
Previsioni meteo 16 novembre: maltempo e pioggia da nord a sud
Salva la vita a 19 profughi che stavano annegando: la nuotatrice Sarah Mardini a processo in Grecia
Salva la vita a 19 profughi che stavano annegando: la nuotatrice Sarah Mardini a processo in Grecia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni