Immagine di repertorio.
in foto: Immagine di repertorio.

Paura nel primo pomeriggio di oggi, mercoledì 27 novembre, per i 22 passeggeri di un traghetto in servizio tra Villa San Giovanni, in provincia di Reggio Calabria, e Messina mentre era in mezzo allo Stretto. Intorno alle 15:30 è scoppiato a bordo un principio di incendio, dovuto probabilmente ad una avaria tecnica. Subito sono stati allertati i soccorsi e la Capitaneria di porto di Reggio ha inviato due motovedette. La nave è stata portata in una rada davanti al litorale tra Gallico e Catona, a Reggio. Sono, tuttavia, in corso accertamenti. Per fortuna nessuno di coloro che era a bordo ha riportato ferite.

"Abbiamo notato del fumo denso e grigio salire dai lati della nave. Molto probabilmente proveniente dalla sala motori", ha raccontato al quotidiano La Sicilia Giuseppe Catellino, di Amantea (Cosenza), uno dei camionisti che si trovava a bordo del traghetto su cui si è sviluppato un principio d’incendio. "Ci siamo preoccupati – ha continuato – vedendo l'equipaggio in allarme che ci ha fatto salire sul ponte ristorante. Il fumo continuava a uscire dai lati della nave e ad un certo punto anche le pareti e il pavimento della zona dove sono sistemati i camion hanno cominciato ad essere caldi. Sono stati attimi di paura che ci hanno riportato alla mente ben altre tragedie che hanno interessato altre navi". Per fortuna tutto si è concluso nel migliore dei modi.