Attimi di terrore in una pizzeria di Brindisi dove un ragazzo di 23 anni è rimasto ferito gravemente da colpi di arma da fuoco mentre si trovava nel locale di famiglia nel rione Paradiso. Il giovane, Matteo Trane, è stato poi soccorso dagli operatori sanitari del 118 e trasportato d’urgenza in ospedale dove si trova ora ricoverato con prognosi riservata e in gravissime condizioni nel reparto di rianimazione. L’agguato nella serata di domenica, poco dopo le 20. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, ad aprire il fuoco è stato un uomo che è arrivato su una motocicletta guidata da un complice. Col volto travisato da un casco integrale ha esploso diversi colpi dall’esterno della pizzeria per scappare poi subito dopo con la stessa motocicletta.

Due dei colpi hanno raggiunto il ventitreenne Matteo Trane, uno allo stomaco e uno all'anca, ferendolo gravemente. Il ragazzo, trasportato d’urgenza all’ospedale Perrino di Brindisi è stato poi trasferito all'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce dopo essere stato sottoposto a intervento chirurgico. Sul suo ferimento indagano ora gli uomini della squadra mobile della questura di Brindisi che hanno subito anche acquisito i video delle telecamere di sorveglianza della zona per ricostruire l’accaduto. In particolare gli inquirenti stanno cercando di capire se all’origine di quello che sembra un agguato ci sia un tentativo di rapina finito male o se si sia trattato di un gesto premeditato contro la pizzeria o lo stesso ragazzo. Le indagini della polizia al momento proseguono in tutte le direzioni e non escludono nulla compresa una vendetta personale per altri motivi o episodi avvenuti in precedenza.