Momenti di paura nelle scorse ore a Monreale, alle porte di Palermo, quando un improvviso incendio ha sorpreso gli abitanti di uno stabile facendo scattare il fuggi fuggi generale. La preoccupazioni maggiori per alcuni anziani disabili che non sono riusciti a uscire autonomamente dalle loro abitazioni rimanendo bloccati in casa mentre le fiamme e il fumo avanzavano. Fortunatamente l’arrivo tempestivo dei soccorsi, allertati dagli altri residenti, e il grande lavoro dei vigili del fuoco e dei carabinieri ha evitato il peggio. I militari dell’arma, i primi ad arrivare sul posto, infatti sono riusciti a salvare  una decina di persona tra cui quattro anziani disabili che non potevano muoversi. Uno dei disabili rimasti intrappolati è stato portato dai carabinieri dal sesto piano fino a piano terra a braccia, senza ascensore. Tutte le abitazioni sono state evacuate e sono state 40 le famiglie che hanno dovuto lasciare la casa in attesa di verifiche

Poi l’intervento dei vigili del fuoco che alla fine sono riusciti a spegnere l’incendio mettendo in sicurezza l’area evitando che le fiamme si propagassero ulteriormente. Si è trattato di un lungo lavoro e i pompieri hanno dovuto operare fino a notte fonda per spegnere completamente l'incendio. Nell’episodio, che ha coinvolto uno stabile composto da diversi appartamenti in in via Venero, purtroppo sono rimaste ferite anche alcune persone ma fortunatamente nessuno in maniera grave. La maggior parte dei residenti coinvolti dall’incendio è stata costretta a fare ricorso alle cure sanitarie perché intossicata dal fumo ma nessuno è risultato grave.Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto, tutto sarebbe nato da un corto circuito originato nel pannello dei  contatori dell’energia elettrica collocati in un mobile posto nel seminterrato, si tratta di circa circa una cinquantina impianti che hanno lasciato senza energia elettrica gli appartamenti e anche alcuni esercizi commerciali limitrofi.