Incidente mortale sul lavoro ad Antria di Monchio delle Corti, nella provincia di Parma. Un giovane operaio ha perso la vita dopo essere rimasto schiacciato tra una macchina escavatrice e un muretto, mentre lavorava all'interno di un cantiere stradale. La vittima, di trentuno anni, era di origini sarde, ma le sue generalità per il momento non sono state diffuse da parte delle forze dell'ordine. Il drammatico incidente sul lavoro si è consumato nel pomeriggio di giovedì 31 ottobre mentre il trentunenne era impegnato in una zona isolata, sugli Appennini, a circa 70 chilometri da Parma. Nell'incidente l’operaio ha riportato un grave trauma toracico.

L'operaio morto in ospedale poco dopo il ricovero: troppo gravi le ferite riportate – Sul posto è intervenuto il personale del 118 – a causa delle avverse condizioni meteorologiche non è stato possibile intervenire con l'elisoccorso – e l’operaio è stato subito trasportato all’Ospedale “Maggiore” di Parma, dove però i medici non hanno potuto far nulla per salvargli la vita. L’uomo è morto poco dopo il ricovero in ospedale a causa delle profonde ferite riportate. Le sue condizioni erano apparse sin dal primo momento gravissime. Sull'accaduto indagano ora i carabinieri di Palanzano, chiamati a ricostruire l'esatta dinamica del drammatico incidente sul lavoro e ad accertare eventuali responsabilità.