Due volte positiva al Covid 19 distanza di mesi: è ricominciata l’odissea per una 30enne di Trappeto, in provincia di Palermo, ora ricoverata all’ospedale Cervello. Stefania La Fata era partita nel dicembre scorso per Milano dove ha trovato lavoro ma dove ha anche contratto il virus. Dopo aver lottato contro l’infezione in Lombardia –  era finita persino in rianimazione all’ospedale Niguarda – ben tre tamponi avevano dato alla ragazza e ai suoi cari la certezza della guarigione. A quel punto la 30enne aveva potuto fare ritorno in Sicilia nella sua casa di Partinico. Qui la sorpresa: il doppio tampone di controllo a cui è stata sottoposta, per prassi, dall’Asp territoriale del suo comune ha confermato nuovamente la positività. Ora è all’ospedale Covid del capoluogo siciliano.

"E ci risiamo – scrive la giovane – due tamponi entrambi positivi. Ricomincia il calvario, si ricomincia da zero: ricovero in ospedale, esami, torture, terapie, ma soprattutto male e sofferenza. Lotto ormai da marzo – continua Stefania – e mai mi sarei aspettata di essere di nuovo positiva e di dover ricominciare da capo. Il Covid 19 non si arrende, ma nemmeno io. Voi – conclude polemica Stefania verso chi mostra superficialità verso il virus – uscite pure senza mascherine e create assembramenti. Purtroppo c’è chi ancora non ha proprio capito un c…o di questo virus. Gente IGNORANTE e INCOSCIENTE!" ha scritto Stefania sul proprio profilo Facebook.