3 Luglio 2019
17:08

Operaio cade e si ferisce alla testa, la Cgil: “Titolare ostacolava i soccorsi per paura”

La denuncia del sindacato Filctem Cgil: “Il proprietario dell’azienda avrebbe cercato di far annullare l’intervento dei sanitari e ha intimato il licenziamento ad un lavoratore”. L’azienda: “Caso non grave, chi ha chiamato l’ambulanza non era delegato e autorizzato a farlo”
A cura di Antonio Palma

Un operaio che si ferisce alla testa dopo essere caduto dal macchinario sul quale operava mentre era al lavoro in fabbrica, i colleghi che chiamano subito i soccorsi medici del 118 senza avvertire prima il titolare che quindi si infuria e cerca di ostacolare l'intervento dei sanitari. È quanto sarebbe accaduto nelle scorse ore in una fabbrica del Torinese secondo quanto ha denunciato il sindacato Filctem Cgil. L'episodio intorno alle 21 di martedì alla Dobell di Borgaro torinese, azienda che produce penne. Secondo i rappresentanti dei lavoratori, infatti, il datore e proprietario della ditta si sarebbe infuriato dopo aver scoperto che erano stai chiamati i soccorsi senza interpellarlo e sarebbe arrivato anche a minacciare il licenziamento per alcuni dei presenti e a ostacolare l'intervento dei sanitari. "I lavoratori che hanno assistito all'incidente hanno immediatamente avvisato il 118 e il proprietario dell'azienda, che avrebbe cercato di far annullare l'intervento dei sanitari, ha intimato il licenziamento ad un lavoratore con contratto a termine perché non indossava i tappi (ma visto il momento, si sospetta che il motivo sia altro)" spiegano in un nota dalla Federazione Italiana Lavoratori Chimica Tessile Energia e Manifatture.

"Il titolare ha poi proseguito nelle sue escandescenze all’arrivo dei sanitari ed ha ritardato le operazioni di soccorso al lavoratore infortunato. La paura delle conseguenze è più forte della paura per le condizioni di salute di una persona caduta da una pressa?" ha aggiunto in sindacato, concludendo: "Il problema della sicurezza sul lavoro alla Dobell è già stato portato più volte all'attenzione degli organi competenti dalla Filctem Cgil. Il grave episodio conferma tutte le preoccupazioni del sindacato rispetto alla sicurezza del lavoro e, su questo tema, la Filctem continuerà a tenere alta l'attenzione e a fare segnalazioni in tutte le sedi".

L'azienda: "Soccorsi chiamati da personale non autorizzato"

L'azienda dal suo canto rigetta le accuse e fa sapere che la ricostruzione fatta dal sindacato non è corretta. Per la ditta infatti non si trattava di un caso grave da rendere necessario la chiamata immediata ai soccorsi senza passare dei responsabili della sicurezza  che tutti i dipendenti conoscono. Per l’azienda infatti chi ha chiamato l’ambulanza non era delegato e autorizzato a farlo. Il lavoratore infortunato inoltre al momento dell’incidente si sarebbe trovato in un’area di competenza non sua. Fortunatamente comunque, dopo gli accertamenti in ospedale le condizioni dell'uomo sono state giudicate non gravi.

Perde borsello con 5mila euro all’uscita di scuola. Ritrovato grazie alla chat su WhatsApp
Perde borsello con 5mila euro all’uscita di scuola. Ritrovato grazie alla chat su WhatsApp
Operaio cade dall'impalcatura e muore nel Brindisino, ferito anche il proprietario dello stabile
Operaio cade dall'impalcatura e muore nel Brindisino, ferito anche il proprietario dello stabile
Investito in bici all’uscita da lavoro, trascinato per metri e lasciato cadavere a terra a Carpi
Investito in bici all’uscita da lavoro, trascinato per metri e lasciato cadavere a terra a Carpi
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni