4.316 CONDIVISIONI
Covid 19
5 Luglio 2022
19:11

Nuova ondata Covid: contagi come a febbraio, e il confronto con l’estate scorsa è impietoso

Oggi si sono contati 132mila nuovi casi di positività al virus Sars-CoV-2. Non succedeva dallo scorso inverno. Numeri che, confrontati con quelli di un anno fa (5 luglio 2021), fanno intuire come siamo in piena nuova ondata Covid.
A cura di Biagio Chiariello
4.316 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Sono 132.274 i nuovi casi di Covid in Italia. Non succedeva da 5 mesi. Sale dunque a 18.938.771 il numero di persone che ha contratto il virus Sars-CoV-2 (compresi guariti e morti) dall’inizio dell’epidemia. I decessi oggi sono stati 94 (ieri 59), per un totale di 168.698 vittime da febbraio 2020.

L'ultima volta che si erano superati i 100mila casi Covid

Oggi sono stati processati 464.732 tamponi totali (molecolari e antigenici). Il tasso di positività è al 28,46%; ieri era 27,9% (129.908 i test, ma era lunedì). La tendenza della curva è evidentemente in crescita, superando quota 100 mila contagi in 24 ore. Per vedere cifre simili, bisogna andare indietro di cinque mesi, per la precisione all’8 febbraio (101mila casi) o al primo febbraio (oltre 133 mila), quando però la curva era in discesa.

Il confronto con l'estate 2021

Il confronto con i dati della scorsa estate fa intuire come quelli di questi giorni sono numeri da nuova ondata. Il 5 luglio 2021 i casi erano stati appena 480 (era comunque un lunedì), mentre il giorno precedente ce n'erano stati 808. Sette giorni prima erano stati 389.

Quando sarà superata questa nuova ondata

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri è dell'idea che quest'ondata pandemica subirà una frenata tra circa quindici giorni. Il plateau ci sarà a metà luglio, poi comincerà il calo, ha detto Sileri, ospite di Omnibus su La7. Precisando: "Al momento non ci sono in previsione nuove strette. Guardiamo con ottimismo alla possibilità di un vaccino aggiornato in autunno e aspettiamo la fine di questa ondata". Mentre il ministro della Salute Roberto Speranza ha annunciato per l'autunno l'allargamento dell'età per la quarta dose del vaccino (ora prevista per fragili e anziani), intervenendo oggi al convegno della Fiaso.

4.316 CONDIVISIONI
31613 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni