Non si può certo dire che non sia stato un compleanno molto speciale quello di Nonno Angelo, un arzillo pensionato veneto che per una serie di circostanze si è ritrovato a dover festeggiare il suo compleanno in ospedale per una operazione chirurgica urgente. A metterlo a suo agio ci hanno pensato i sanitari del reparto di degenza di Cardiologia dell’ospedale di Conegliano, in provincia di Treviso, che prima e dopo la sala operatoria hanno voluto festeggiare con lui il grande traguardo delle 103 candeline. Durante il ricovero per l'intervento per l'impianto di un nuovo pacemaker, infatti, medici e infermieri hanno  voluto festeggiare tutti insieme Nonno Angelo dedicandogli anche un disegnino che lo raffigura come un nonno supereroe.

A raccontare la sua storia attraverso i canali social, è stata la stessa Ulss 2 Marca trevigiana postano la foto del 103enne Angelo Peressini insieme all’equipe e al Direttore del reparto di Cardiologia che ha eseguito l’intervento, il dottor Roberto Mantovan. "Tanti auguri a nonno Angelo che oggi compie 103 anni e ha festeggiato il suo speciale compleanno anche con l’equipe sanitaria del reparto di degenza di Cardiologia" hanno spiegato dall'Azienda ospedaliera veneta assicurando che l’intervento è stato eseguito senza nessuna complicanza e il "simpaticissimo" Nonno Angelo è già in piedi e pronto alle dimissioni.

Originario di San Daniele del Friuli, nonno Angelo Peressini ha vissuto gran parte della sua vita a San Pietro di Feletto dove aveva trovato lavoro dopo la seconda guerra mondiale durante la quale venne anche fatto prigioniero. Sposato e padre di due figlie, è ancora molto attivo e lucido nonostante la veneranda età. A chi gli chiedeva il suo segreto di longevità durante i precedenti compleanni, spiegava: "Bisogna godere di quello che si fa, altrimenti non va bene che si facciano le cose controvoglia".