Morto anche il fratellino del neonato gettato tra i rifiuti

Non ce l'ha fatta il piccolo fratellino del neonato gettato dalla madre nel cassonetto dei rifiuti dopo il parto nella sua casa ad Ozzano Emilia in Provincia di Bologna. Dopo tre giorni di lotta all'interno dell'incubatrice dell'ospedale Sant'Orsola del capoluogo emiliano, questa mattina intorno alle sei il piccolo è deceduto nel reparto di terapia intensiva prenatale dove era ricoverato con prognosi riservata. Non aveva ancora un nome visto che il giudice doveva ancora nominare un tutore che si sarebbe preso cura di lui e quel peso troppo esiguo, circa  quattrocentonovanta grammi, non gli ha permesso di sopravvivere ed ora andrà a raggiungere il gemellino abbandonato dalla madre. Per la ragazza formalizzate le accuse di infanticidio e occultamento di cadavere mentre qui inquirenti cercano di stabilire un quadro più completo dei fatti individuando chi fosse a conoscenza della gravidanza e il nome del padre dei due gemellini.