Quella di domani sarà una giornata relativamente mite grazie alle intense correnti nord-occidentali che favoriranno un generale aumento delle temperature: le piogge quindi saranno molto localizzate e si concentreranno in particolare sulle Alpi di confine e sul basso Tirreno, mentre le schiarite più ampie continueranno a interessare pianure e coste del Nord, grazie anche all’effetto dei venti di Foehn.

Tuttavia, l'arrivo di un fronte freddo proveniente dalla Scandinavia riporterà nuvole e qualche pioggia sul settore del medio-basso Adriatico e, soprattutto, aprirà la strada a correnti di aria gelida nord-orientali che riporteranno le temperature al di sotto della media. Venerdì un'altra perturbazione, la sesta del mese, lambirà i settori occidentali italiani interessando marginalmente il Nord-Ovest e successivamente le Isole e la Calabria. Sabato la massa d’aria gelida si abbatterà su tutto il Paese ma in un contesto di tempo asciutto con addensamenti lungo le regioni adriatiche e all’estremo Sud. Domenica il flusso freddo nord-orientale comincerà a interrompersi, mentre una debole perturbazione potrebbe transitare sulle nostre regioni, in attesa di un cambio della circolazione atmosferica previsto durante la prossima settimana si registreranno temperature più miti.

Allerta gialla su parte dell'Emilia Romagna

La Protezione Civile ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse. "I fenomeni meteo – spiega il Dipartimento – impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento. L’avviso prevede dalle prime ore di domani, giovedì 14 gennaio, venti settentrionali da forti a burrasca sul Veneto, in estensione a Puglia e Calabria, specie sui versanti ionici. L'avviso prevede, inoltre, il persistere di venti da forti a burrasca di foehn su Valle d’Aosta e Lombardia, con particolare riguardo alle zone alpine, e venti nord-occidentali sulla Sicilia, in particolare sui settori occidentali e costieri. Possibili mareggiate lungo le coste esposte. Sulla base dei fenomeni meteo in atto e previsti è stata valutata per la giornata di domani, giovedì 14 gennaio, allerta gialla per rischio idrogeologico su parte dell'Emilia-Romagna".