1.185 CONDIVISIONI
Covid 19
14 Novembre 2020
12:08

Mamma morta di covid a 21 anni, l’ultimo saluto a Chiara solo via webcam

I parenti di Chiara Cringolo, la ragazza morta di Covid a 21 anni, hanno potuto salutare per l’ultima volta la giovane madre di un bimbo di 13 mesi solo via webcam. I suoi genitori, le sue sorelle e il suo compagno hanno potuto dire addio a Chiara solo attraverso uno schermo collegato alla chiesa di Romano Canavese, dove la ragazza viveva.
A cura di Antonio Palma
1.185 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Con una telecamera ad inquadrare la bara e il prete sull'altare che celebra il rito religioso, solo così i parenti di Chiara Cringolo, la ragazza morta di Covid a 21 anni, hanno potuto salutare per l'ultima volta la giovane madre di un bimbo di 13 mesi portata via dallo spietato virus nei giorni scorsi mentre era ricoverata all'ospedale Molinette di Torino. Ad impedire loro di partecipare ai funerali di Chiara è stato proprio il virus che ha colpito quasi tutti i parenti più stretti costringendoli a una quarantena obbligatoria in casa. I suoi genitori, Barbara e Antonio, le sue sorelle e il suo compagno Mario hanno potuto dire addio a Chiara solo via webcam attraverso uno schermo collegato alla chiesa di Romano Canavese, dove la ragazza viveva.

Vicino alla bara della giovane mamma, durante i funerali di venerdì, solo la sorella maggiore Simona, l’unica che vive da sola e che non ha avuto contatti con la sorella prima del ricovero e quindi non contagiata. Accanto a lei il sindaco del paesino torinese Oscarino Ferrero che in questo modo ha deciso di rappresentare i suoi concittadini e la stessa famiglia della ventunenne in un momento così doloroso. “La famiglia ha chiesto a me di esserci in loro rappresentanza. La negazione dell’ultimo saluto alle persone care è un’altra catastrofe di questo virus” ha commentato con amarezza il primo cittadino

Un allontanamento ancora più crudele se si pensa che i genitori non avevano più potuto vedere Chiara da ben prima del funerale, quando era stata ricoverata in terapia intensiva alle Molinette di Torino. Era il 20 ottobre scorso. Tutti fino all'ultimo hanno sperato che con le cure potesse farcela anche perché la giovane non aveva patologie pregresse. Anche i medici sembravano fiduciosi visto che reagiva alle terapie ma poi la situazione clinica è precipitata improvvisamente e Chiara è morta. Quando i famigliari saranno guariti dal virus, nella stessa chiesa dei funerali, sarà celebrata una messa in suffragio della ragazza.

1.185 CONDIVISIONI
29789 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni