Pane ammuffito servito ai pazienti dell'ospedale San Luca di Lucca. A denunciarlo alcuni degenti della struttura sanitaria che nei giorni scorsi si sono ritrovati con delle fette di pane rancido e l'hanno immediatamente segnalato al personale infermieristico. Dal canto suo l'Asl ha subito inviato un richiamo formale alla ditta avviando controlli approfonditi nelle cucine, anche se per l'azienda si è trattato di un "caso isolato" seppure grave. Già nella serata di domenica la direzione sanitaria del nosocomio toscano aveva ricevuto comunicazione del problema da parte del personale infermieristico che aveva provveduto già, con il sistema informatizzato, alla notifica della non conformità al provider del servizio.

Dopo la comunicazione la direzione ospedaliera ha effettuato un sopralluogo di verifica delle cucine, oltre ad inviare un  richiamo formale all'azienda incaricata dell’erogazione del servizio. "Dalla verifica ispettiva effettuata sugli alimenti presenti nel centro cottura non è emersa alcuna difformità – ha spiegato l'Asl in una nota -, tuttavia è stata richiesta una revisione delle procedure di controllo e tracciabilità degli alimenti. Si precisa che l’approvvigionamento del pane utilizzato per i pasti in ospedale è giornaliero da un panificio locale ed è la prima volta che viene rilevato un disservizio di questo tipo, sicuramente grave ma limitato a questo evento. Oltre ai controlli di  routine, che già vengono eseguiti in maniera costante, saranno effettuate verifiche aggiuntive finalizzate a garantire sempre maggiore sicurezza e qualità del servizio reso all’utenza".