foto di repertorio
in foto: foto di repertorio

El Bad Sami, l'uomo marocchino di 41 anni picchiato sei giorni fa a Marineo da Rosario Vivona, 37 anni, col quale aveva avuta una violenta lite, è morto all'ospedale Civico di Palermo. Stando a quanto ricostruito l'extracomunitario – con regolare permesso di soggiorno in Italia – nella notte dell'otto agosto ebbe una violenta discussione con sua moglie, dal quale si era separato e a cui non avrebbe potuto avvicinarsi in seguito all'ordinanza di un giudice. Vivona era intervenuto per fermare la lite tra i coniugi, e in particolare con l'obiettivo di difendere la donna. Era così nata una rissa tra i due uomini, ma ad avere la peggio era stato il 41enne marocchino, colpito con un violentissimo pugno al volto. A quel punto Vivona avrebbe poi infierito sull'uomo, a terra privo di sensi, sferrando ulteriori colpi a mani nude sul viso.

Dopo i primi accertamenti, coordinati dalla Procura di Termini Imerese, lo scorso lunedì – 12 agosto – i carabinieri hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Rosario Vivona. El Bad Sami – ricoverato in prognosi riservata al Civico di Palermo – si è spento nella notte. Le sue condizioni erano apparse subito molto gravi e a nulla evidentemente sono valsi i tentativi dei medici di salvargli la vita.