Una bella storia di coraggio e riconoscenza a Gallipoli, in provincia di Lecce, dove il titolare di un supermercato ha assunto un uomo nigeriano come ricompensa per aver sventato una rapina bloccando e facendo arrestare un malvivente italiano che, armato di una pistola poi rivelatasi finta e con il volto coperto da un passamontagna, aveva fatto irruzione nel negozio minacciando sia i dipendenti che i clienti per farsi consegnare il denaro, e riuscendo poi a fuggire con un bottino di 500 euro.

Il bandito non poteva sapere che ad attenderlo avrebbe trovato un uomo nigeriano che solitamente sosta davanti al supermercato per racimolare qualche moneta aiutando i clienti a caricare la spesa in automobile: l'uomo si è accorto di quanto stava accadendo e, dopo una colluttazione, ha bloccato il ladro proprio pochi minuti prima dell'arrivo di una volante di polizia, che ha proceduto all'arresto: in manette è finito un residente di Gallipoli già noto alle forze dell'ordine

Prima di essere accompagnato in carcere, il rapinatore è stato trasportato in ospedale, dove i medici gli hanno diagnosticato una prognosi di 30 giorni in seguito alle lesioni rimediate nello scontro con il nigeriano. Mauro Gaetani, titolare del supermercato, ha successivamente fatto sapere che il nigeriano, di nome Richard, verrà nei prossimi giorni assunto con un regolare contratto. Il trentatreenne vive nel vicino paese di Novoli e ogni giorno prende il treno per dedicarsi a lavori saltuari. La somma rapinata è stata recuperata e restituita.