Terribile tragedia in montagna nelle scorse ore in Trentino dove una dona di 32 anni ha perdo la vita dopo essere caduta nel vuoto durante una scalata insieme al compagno. Il dramma si è consumato nella mattinata di sabato lungo la ferrata Che Guevara sul monte Casale fra Pietramurata e Dro, in Trentino. La vittima dell’incidente mortale è Federica Marcolla, medico di base di 32 anni che era impegnata in una scalata sulla parete rocciosa. La tragedia poco prima di mezzogiorno, quando, per motivi tutti accertare, qualcosa è andata storto durante la salita sulla grande parete rocciosa e la donna è scivolata.

Federica Mercolla ha perso la presa ed è precipitata nel vuoto per oltre duecento metri. Un volo che non le ha dato capo. Con lei c'era il compagno che ha assistito con terrore all’intera scena senza però poter fare nulla. L’uomo ha subito lanciato l'allarme ma i soccorsi hanno potuto fare ben poco per la dottoressa. Quando i primi soccorritori sono giunti sul posto con un elicottero di emergenza hanno solo potuto constatare il decesso della trentenne.  Per recuperare il cadavere della vittima l'elicottero dei vigili del fuoco di Trento con squadre del soccorso alpino.

Secondo una rima ricostruzione dei carabinieri, sulla base delle testimonianze del compagno e dei soccorritori, sembra alla base della tragedia ci sia il mancato aggancio di un moschettone. In particolare l'alpinista stava staccando e riagganciando uno dei due moschettoni quando l’altro ha ceduto e lei è caduta di spalle nel vuoto. La morte della dottoressa ha sconvolto la comunità trentina dove viveva e dove era conosciuta per il suo ruolo di medico di base. Federica Marcolla lascia due bambini.