3675

condivisioni

CONDIVIDI
Covid 19
30 Novembre 2021 10:20

Insulti e minacce no vax a Matteo Bassetti: blitz della Digos in tutta Italia

Perquisizioni nei confronti di 9 persone ritenute appartenenti a gruppi novax che avrebbero organizzato attività di stalking coordinate contro il medico: identificate complessivamente 36 persone.
A cura di Antonio Palma
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Blitz della polizia in tutta Italia contro esponenti del mondo no vax accusati di aver insultato e minacciato a più riprese il noto infettivologo Matteo Bassetti, Direttore della Clinica Malattie Infettive del Policlinico San Martino di Genova. L’inchiesta, scattata dopo le querele presentate dallo stesso medico a seguito di diversi episodi ai suoi danni, è coordinata proprio dalla Procura della Repubblica del capoluogo ligure ma ha interessato in queste ore agenti della Digos sparsi in tutta Italia. Il blitz infatti ha riguardato diverse città da nord a sud dove sono residenti i presunti responsabili dei fatti.

Da questa mattina all’alba decine di agenti hanno fatto scattare perquisizioni personali e domiciliari nei confronti di 9 persone ritenute appartenenti a gruppi novax che avrebbero organizzato vere e proprie attività di stalking coordinate contro il medico ed esponenti delle istituzioni. All’operazione, oltre  alla Digos di Genova, hanno preso parte anche gli uffici competenti della polizia di Milano, Napoli,Avellino, Lecce, Modena, Parma e Trento, con il coordinamento della Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione e la collaborazione dei Compartimenti di Polizia Postale territorialmente competenti. L’inchiesta in generale ha permesso di identificare complessivamente 36 persone che sono state iscritte nel registro degli indagati nel fascicolo ella Procura genovese che ipotizza per loro a vario titolo i reati di istigazione a delinquere, atti persecutori, minaccia aggravata, diffamazione e molestie.

Nelle scorse settimane era stato lo stesso Bassetti a rivelare di aver denunciato tutto dopo l’ennesimo episodio. "A Morte Bassetti. Questa la scritta comparsa su un autobus dell’AMT di Genova. Qualcuno poi ha messo una riga e messo un W. Magra consolazione. Ora basta. Non è possibile continuare ad assistere a questi attacchi vili e violenti senza che nessuno venga punito” aveva sottolineato l'infettivologo. L’obbligo vaccinale di fronte alla chiusura mentale della maggioranza dei no vax potrebbe essere la soluzione che la politica dovrebbe prendere con urgenza. bisogna vaccinarsi e finirla di ascoltare capre e ciarlatani. Gli italiani sono stufi delle stupidaggini che i no vax raccontano ogni sera in televisione: venite a farvi un giro in Ospedale e poi ne riparliamo” ha recentemente dichiarato Bassetti. La sua denuncia aveva già portato a una inchiesta della Polizia Postale e delle Comunicazioni della Liguria che aveva scoperto gruppi no vax e no green pass molto attivi su canali Telegram e che, secondo l’accusa, oltre alle minacce avrebbero organizzato anche blitz violenti contro istituzioni e servizi pubblici.

Continua a leggere su Fanpage.it
Licenziata dalla banca per aver girato porno: "I colleghi i primi a guardare i miei video"
Perché viaggiare ci migliora la vita?
Il peggior malato di Covid al mondo: contagiato nel 2020 ha tolto oggi la maschera per l'ossigeno
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni