Quella che era la prima e tanto desiderata vacanza all’estero per una giovane coppia del Trentino Alto Adige si è trasformata in una tragedia. Alessandro Grisenti, operaio presso la Flavor Chimica, è morto in un incidente avvenuto durante la vacanza con la fidanzata Alessia Rinner a Santorini. I due giovani, lui di ventiquattro anni e lei di ventidue, avevano scelto l’isola greca per qualche giorno di relax ma venerdì scorso, quando il soggiorno stava ormai per concludersi, Alessandro e Alessia sono rimasti coinvolti in un tragico incidente stradale. Secondo quanto ricostruito il quad su cui viaggiavano, che i due ragazzi avevano noleggiato per visitare la zona, per cause ancora da accertare sarebbe andato a sbattere contro un camion che proveniva dal senso opposto. L’impatto è stato violentissimo e i due ragazzi sono finiti sull’asfalto: Alessandro, cresciuto a Martignano (Trento) ma residente da tempo a Baselga di Piné, è morto sul colpo mentre la fidanzata Alessia è rimasta ferita. La ragazza è stata poi trasportata in ospedale ad Atene ma è già rientrata a casa. Non è in pericolo di vita. Oggi o al più tardi domani anche la salma del fidanzato dovrebbe rientrare in Italia.

“Alessandro e Alessia avevano appena preso casa insieme” –  “Il fratello Daniele e lo zio in questo momento sono a Santorini, il consolato ha avviato le opportune verifiche”, ha detto al Corriere della Sera lo zio del giovane scomparso. “Sarà fondamentale il rapporto della polizia”, ha aggiunto affermando che il nipote e la fidanzata “erano una coppia bellissima, erano felici”. Lo zio ha descritto Alessandro e Alessia come due ragazzi d’altri tempi che, nonostante la giovane età, avevano le idee ben chiare sul loro futuro. Entrambi lavoravano – Alessandro aveva da poco ottenuto un contratto a tempo indeterminato – e avevano appena preso casa insieme.