Singolare quanto assurdo episodio nelle scorse ore a Genova quando alcuni passanti hanno segnalato un uomo che si aggirava negli spazi della stazione ferroviaria di Genova Principe attraversando tranquillamente i binari, incurante dell'arrivo dei treni e soprattutto impugnando un grosso tubo di metallo lungo oltre un metro. La scena è stata inevitabilmente notata anche dagli agenti della locale Polizia Ferroviaria che, insospettiti dal comportamento dell'uomo, sono subito intervenuti per inseguirlo e fermarlo. A questo punto la scoperta che oltre alla spranga, l'uomo portava con sé anche una grossa mannaia con una lama di circa venti centimetri. Protagonista dell'episodio, avvenuto nella giornata di mercoledì, è un cittadino nigeriano che è stato poi denunciato dagli agenti per porto abusivo di armi ed oggetti atti ad offendere.

Stando a una prima ricostruzione dei fatti, l'uomo che si aggirava tra i binari indossando uno zaino, ha attirato l'attenzione di molti a causa dei suoi comportamenti sospetti, compresi gli agenti della Polfer che infine hanno deciso di fermiamo e chiedere spiegazioni. A questo punto i poliziotti hanno scoperto  che non aveva documenti e quindi è stato necessario portarlo all'interno degli uffici della Polizia ferroviaria per l’identificazione. L’uomo è apparso subito molto nervoso, tanto da indurre gli agenti a controllare il contenuto dello zaino che aveva con sé e dal quale è spuntata fuori la mannaia. L’uomo non ha saputo spiegare il perché si aggirasse per la stazione con un mannaia nello zaino ed è stato denunciato.