Ancora una storia di violenza sulle donne. Un uomo di 55 anni di Foggia è stato arrestati venerdì scorso, 22 novembre, dagli agenti della squadra mobile al termine delle indagini condotte dalla Procura della Repubblica. Il 55enne è accusato di maltrattamenti, minaccia e percosse ai danni dell'ex moglie. Nei suoi confronti, gli agenti della sezione ‘Reati contro la persona' hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Foggia. Più nel dettaglio, l'inchiesta a suo carico ha consentito di ricostruire come, a seguito del matrimonio avvenuto nel 2015, l'uomo prevaricasse e umiliasse continuamente la moglie.

Malgrado un riavvicinamento parziale della coppia, a seguito delle scuse dell’indagato, quest’ultimo ha continuato ad essere violento verso la donna, spesso dopo essersi ubriacato, tanto da non permettere alla propria ex moglie di assumere nemmeno le più banali decisioni relative alla vita coniugale. Le percosse e le continue minacce, accompagnate dalle continue umiliazioni subite negli anni dall'ex moglie  – che è stata anche cacciata dalla propria abitazione a seguito dei litigi – hanno portato quest'ultima ad un perdurante stato di ansia e paura, nonché di fragilità psicologica.