Schiacciato da una enorme lastra di acciaio che si è improvvisamente scivolata durante il lavoro in azienda abbattendosi su di lui. Così è morto nel pomeriggio di venerdì, Rinaldo Pettinari, 65enne titolare di un'azienda meccanica a Tolentino, in provincia di Macerata. Il dramma si è consumato intorno alle 15.30 di ieri mentre l'uomo era impegnato nelle operazioni di smontaggio di una grossa tramoggia in acciaio insieme ad altri suoi collaboratori. Per il titolare della ditta purtroppo inutili i successi soccorsi da parte dei presenti e poi successivamente dei vigili del fuoco e dei sanitari del 118, allertati dagli stessi operai. Pettinari, che era residente a Polenza, è morto praticamente sul colpo e i sanitari non hanno potuto fare altro che costatarne il decesso. Sul luogo dell'incidente sono accorsi anche gli uomini dell’Ispettorato del lavoro e i carabinieri della locale stazione che hanno avviato subito gli accertamenti per ricostruire l'accaduto.

Secondo una prima ricostruzione, pare che il macchinario su cui stavano lavorando non fosse stato agganciato al carro-ponte ed è quindi scivolato cadendo  addosso al proprietario dell’azienda. Gli accertamenti continuano per capire se siano state rispettate tutte le misure di sicurezza. È stata informata anche l'autorità giudiziaria ma sulla salma non ci sarà alcuna autopsia. Dopo l'ispezione cadaverica da parte del medico legale, infatti, è stato deciso di riconsegnare subito il corpo alla famiglia per i funerali che si svolgeranno nella città di residenza della vittima nei prossimi giorni. La tragedia ha sconvolto operaie dipendenti della ditta che lavoravano fianco a fianco con lui da decenni ma anche l'intera comunità locale dove Rinaldo Pettinari era molto conosciuto