Hadi era un ragazzo di 22 anni che aveva lasciato il suo paese per trovare un futuro migliore in Italia dove si era trasferito per proseguire i suoi studi in Ingegneria all'Università di Cagliari e magari ritornare un giorno ma un tragico destino ha voluto che la sua vita si spezzasse nel fiore degli anni per un improvviso quanto inatteso malore. Il dramma si è consumato giovedì mattina quando Hadi Zaraket, si è accasciato al suolo davanti alla compagna in casa senza più riprendere conoscenza. Fatale per lui un infarto dovuto a una dissezione dell’aorta. Inutili per il ventiduenne i successivi soccorsi medici da parte del personale del 118 accorso sul posto. I sanitari non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

La notizia della prematura scomparsa del giovane studente di Ingegneria meccanica presso il politecnico di Cagliari ha colpito e sconvolto i tanti amici e la comunità libanese cagliaritana e nazionale che si è subito mobilitata per partecipare alle spese del trasporto della salma in patria. Del caso è stata interessata l'associazione dei Libanesi in Italia che quindi ha organizzato una raccolta fondi sulla piattaforma gofund per contribuire alle spese di trasporto. “La situazione in Libano ha reso la sua famiglia incapace di trasferire il suo corpo dall'Italia al Libano dove potrà avere una degna sepoltura, circondato dalle persone che lo amano. Sono stati chiesti 6mila euro per il trasporto della salma dall'Italia al Libano, e per un biglietto per il fratello e le spese funebri” si legge nell’appello a donare per il giovane. La raccolta fondi ha quasi raggiunto i duemila euro a cui vano aggiunto altri duemila euro raccolti dal gruppo degli studenti libanesi in Italia.