immaginane di archivio
in foto: immaginane di archivio

Tragedia nelle scorse ora in un'abitazione del Trentino Alto Adige dove un improvviso incendio divampato in casa ha ucciso un donna e ferito gravemente il figlioletto. Il dramma a Fleres, località dell'Alta Val d'Isarco ai piedi del Brennero in provincia di Bolzano, dove inutili sono stati gli interventi di vigili del fuoco e degli operatori sanitari per salvare la mamma. Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto, il rogo ha sorpreso la famiglia nel sonno nelle prime ore di oggi giovedì 19 settembre. A lanciare l'allarme, intorno alle 5 del mattino, è stato il marito della vittima che si è svegliato di soprassalto per il pianto disperato del bambino accorgendosi che la casa era ormai preda di fiamme e soprattutto di intenso fumo nero. L'uomo ha portato in salvo il piccolo fuori e poi è corso all'interno ma la moglie era ormai già esanime.

All'arrivo dei primi soccorsi sul posto, la donna è stata sottoposta a tutte le manovre rianimatorie ma alla fine  gli operatori sanitari sono dovuti arrendere dichiarandone il decesso sui posto. La 37enne è morta per intossicazione dopo aver inalato fumo. Il bimbo invece è stato immediatamente preso in carico e trasportato d'urgenza all'ospedale di Vipiteno dove è stato ricoverato in gravi condizioni. Il rogo ha interessato un condominio residenziale di Fleres dove, dopo l'allarme, sono accorsi prima i vigili del fuoco volontari della caserma più vicina e poi quelli permanenti da Bolzano che hanno provveduto a spegnere le fiamme. Tra i primi ad arrivare sul osto anche gli operatori sanitari della Croce bianca con un medico d'urgenza. Al momento rimangono sconosciuti i motivi del rogo, sono in corso le indagini da parte dei pompieri e dei carabinieri.