Disperso per sessanta giorni sulle montagne dell’Appennino tosco emiliano è riuscito a sopravvivere al freddo e alla vita da randagio e, dopo aver percorso oltre 50 chilometri, ha potuto riabbracciare finalmente i suoi proprietari. È la storia a lieto fine del cane Red, un esemplare simil labrador di colore bianco che è stato ritrovato nelle scorse tra Emilia e Toscana. A dare la lieta notizia i volontari dell’Associazione Diversamente Cuccioli di Quarrata che da settimane ormai lo cercavano invano in tutta la zona. Il cagnone era stato visto per l'ultima volta sulle montagne dell'Abetone il 3 dicembre dello scorso anno, poi di lui si erano perse le tracce. Per alcuni giorni era stato avvistato nei dintorni della casa della signora che lo aveva adottato poi più nulla.

Proprietari e volontari avevano fatto scattare subito le ricerche impegnandosi con tutte le proprie forze ma senza risultati tanto che la situazione sembrava disperata. Quando ormai ogni speranza sembra affievolirsi, qualcuno però lo ha individuato e segnalato. “È stato lungo e difficile, soprattutto mantenere la speranza che Red fosse ancora vivo, quando tutto sembrava andare nella direzione opposta” ha dichiarato la volontaria dell'Associazione Diversamente Cuccioli, Katya Chirullo. aggiungendo: “Grazie a tutti quelli che si sono presi a cuore Red ed hanno fatto qualcosa per lui, è stato possibile salvarlo”.

La svolta c’è stata lo scorso 9 gennaio quando due persone hanno segnalato di aver visto un cane simile a Porretta Terme. I volontari hanno deciso così di piazzare una fototrappola, gentilmente prestata dal Rifugio di Pistoia, che infine lo ha immortalato. I successivi appostanti hanno conferma che si trattava proprio di Red che si era spostato, percorrendo almeno 50 chilometri, dall'Abetone fino a Porretta Terme