3.395 CONDIVISIONI
10 Dicembre 2021
21:19

Disabili torturati, picchiati e filmati per deriderli sui social: 4 condanne per tortura a Licata

Quattro giovani siciliani sono stati condannati dal Tribunale di Agrigento a complessivi 31 anni di carcere per i reati di tortura, sequestro di persona e violazione di domicilio.
A cura di Antonio Palma
3.395 CONDIVISIONI

Legavano, picchiavano e filmavano le violenze sui disabili per poi deriderli anche sui social, per questo quattro giovani siciliani sono stati condannati nelle scorse ore dal Tribunale di Agrigento a complessivi 31 anni di carcere per i reati di tortura, sequestro di persona e violazione di domicilio. Al termine del processo di primo grado svolto con rito abbreviato, il giudice per le udienze preliminare di Agrigento Francesco Provenzano ha inflitto la pena più alta ad Antonio Casaccio, 26enne condannato a 9 anni,  8 anni invece sono stati inflitti al 25enne Jason Lauria, mentre condannati a 7 anni ciascuno Gianluca Sortino (23enne) e Angelo Sortino (36enne). Lo stesso tribunale ha disposto anche il pagamento di una provvisionale di oltre 35 mila euro in favore delle vittime come risarcimento danni, immediatamente esecutiva.

I fatti constati ai quatto imputati risalgono allo scorso anno ma erano venuti alla luce solo nel gennaio scorso con l'arresto dei quattro imputati da parte dei carabinieri della Compagnia di Licata, città dove si sono consumate le violenze. Vittime dei soprusi e delle vere e proprie torture tre disabili psichici che, dopo continue violenze ai loro danni, trovarono la forza di rompere il muro del silenzio e raccontare tutto ai carabinieri. Agli inquirenti bastò spulciare i profili social degli indagati per trovare i video delle violenze che gli stessi autori postavano con tanto di faccine sorridenti. Stando all’accusa, gli imputati  avrebbero preso di mira le vittime perché disabili. In alcuni filmati si vedono le vittime trascinata, legate con nastro adesivo e picchiata con calci e pugni mentre altri riprendono con un cellulare la scena per postarla online. In latri casi a calci, pugni si aggiungono bastonate e minacce di morte mentre per deridere e umiliare le vittime veniva usata anche della vernice sul volto o dei secchi in testa.

3.395 CONDIVISIONI
Eleonora Perraro torturata a morsi e strangolata dal marito, confermato l’ergastolo per Marco Manfrini
Eleonora Perraro torturata a morsi e strangolata dal marito, confermato l’ergastolo per Marco Manfrini
Eleonora Perraro torturata a morsi e uccisa: confermato l’ergastolo per il marito Marco Manfrini
Eleonora Perraro torturata a morsi e uccisa: confermato l’ergastolo per il marito Marco Manfrini
1.263 di Videonews
Ilva, da Strasburgo 4 nuove condanne all’Italia: "Persiste pericolo per la salute"
Ilva, da Strasburgo 4 nuove condanne all’Italia: "Persiste pericolo per la salute"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni