Un caso di positività al coronavirus tra i dipendenti del locale ha costretto alla immediata chiusura il ristorante "La Madia" di Licata, in provincia di Agrigento, dello chef bistellato Pino Cuttaia. A darne notizia è stato lo stesso locale spiegando che dopo la scoperta del contagio da parte dei un lavoratore, il ristorante ha immediatamente chiuso i battenti mentre tutti i dipendenti sono stati messi in quarantena in attesa delle successive verifiche del caso. Alo stesso tempo anche i clienti che hanno frequentato il locale negli ultimi giorni sono stati immediatamente ricontattati ai numeri forniti durante la prenotatone per essere avvertiti.

“Nello svolgimento della mia attività mi sono attenuto scrupolosamente alle prescrizioni anti Covid19, adottando tutte le misure di prevenzione, per garantire la massima sicurezza ai nostri dipendenti e clienti” ha tenuto ad assicurare lo chef Pino Cuttaia, spiegando che “Con senso di responsabilità e precauzione, tutti i collaboratori sono in quarantena forzata e in attesa di effettuare il tampone”.

“Stiamo chiamando tutti coloro che sono stati ospiti in questi ultimi giorni a La Madia invitandoli a rivolgersi tempestivamente al dipartimento di Prevenzione, servizio di Epidemiologia dell'Asp di Agrigento” fanno sapere in una nota dal locale aggiungendo che “verranno comunicate al più presto le nuove date di riapertura del ristorante La Madia".

L’allarme sarebbe partito dopo che un dipendente del ristorante con sintomi covid si è recato in ospedale con la febbre. A seguito dei controlli è risultato positivo al coronavirus. L’umo ora sta bene ed è in isolamento domiciliare nella sua abitazione ma per il locale è scattato lo stop mentre l’azienda sanitaria provinciale e il Comune hanno avviato lo screening dei contatti dell’uomo.