Un nuovo avviso di richiamo di prodotti alimentari è stato lanciato nelle scorse dal portale web del Ministero della salute dedicato agli avvisi di sicurezza e alle allerte alimentari. Questa volta il richiamo riguarda un lotto di cozze prodotte in Italia, ritirato dal mercato a causa di un possibile rischio microbiologico per i consumatori. Nel dettaglio, il ritiro da mercati e pescherie, eseguito dallo stesso produttore, è scattato a seguito di controlli sulle cozze che hanno individuato la presenza del batterio Escherichia coli oltre i limiti stabili dalla legge per i molluschi. Il prodotto interessato dal richiamo è un lotto di cosiddetto Muscolo Spezzino, si tratta di cozze selezionate e allevate nel Golfo della Spezia, in Liguria, in quel tratto di mare compreso tra il parco delle Cinque Terre e il parco del Magra.

Come spiega l'avviso del Ministero della salute che risale al 4 novembre scorso, il lotto di produzione del Muscolo Spezzino richiamato è il numero 4-11-09 FL, prodotto dalla Società Cooperativa miticoltori Spezzini a r.l. nello stabilimento di via S. Teresa a Lerici, in provincia di La Spezia, e venduto in confezioni con lo stesso marchio. Il richiamo riguarda sia le maxi confezioni in retina da 10 chilogrammi , sia quelle più piccole da un chilogrammo e mezzo ciascuna. Io produttore ha già provveduto la ritiro delle confezioni invendute ma nel caso vi fossero persone che hanno acquisto le cozze sono pregate di non consumarle ma di riportarle al punto vendita.

L'Escherichia coli è una delle specie principali di batteri che vivono nella parte inferiore dell'intestino di animali a sangue caldo, compreso l'uomo, e sono necessari per la digestione corretta del cibo. La sua presenza in acqua segnala la presenza di condizioni di fecalizzazione visto che è il principale indicatore di contaminazione fecale, insieme con gli enterococchi.