Non lo vedevano da più di circa tre settimane e dal suo appartamento nel centro di Ancona provenivano forti odori tanto che alcuni condomini hanno chiesto un intervento e nel pomeriggio polizia, automedica, Croce Gialla e vigili del fuoco sono entrati in casa e hanno trovato il corpo di una persona in evidente stato di decomposizione. Al suo fianco c'era anche il suo cane: entrambi cadaveri. La notizia è riporta dal Resto del Carlino.

Il dramma della solitudine si è invece consumato in via Monte Marino dove, nella serata di ieri, l’anziano è stato rinvenuto privo di vita insieme al proprio amico a quattro zampe, anch’esso deceduto. L’allarme è scattato poco dopo le 18 quando i condòmini hanno deciso di chiamare i pompieri spaventati da una possibile fuga di gas, dovuta alla rottura di una tubazione e proveniente proprio dall’appartamento in cui risiedeva l’uomo che, forse, si pensava avesse potuto lasciare l’abitazione. Una volta entrati, però, hanno fatto la drammatica scoperta. Sul luogo sono immediatamente intervenute anche le Volanti della questura insieme a un’ambulanza della Croce Gialla, l’automedica del 118 e il medico legale.

Stando ad una prima ispezione cadaverica, l’anziano era morto da circa una ventina di giorni. In casa, privo di vita, è stato trovato anche il cane che forse deceduto successivamente per non essere stato nutrito, o, forse, addirittura prima del padrone. La salma dell’uomo è stata ricomposta e portata all’obitorio di Torrette mentre quella dell’animale è stata prelevata dall’ufficio veterinario. Gli esami che verranno effettuati per quanto possibile sui due corpi, trovati in avanzato stato di decomposizione, serviranno a ricostruire la drammatica e triste vicenda.